25 Mag

Venere retrograda

Venere retrogradaDal 13 Maggio al 24 Giugno Venere diventa retrograda nel segno dei Gemelli.
Il pianeta inverte la sua rotta, influenzando tutto ciò che riguarda la sfera relazionale, affettiva e sentimentale.

Venere è il pianeta dell’amore. Rappresenta quindi le relazioni con gli altri e tutto ciò che rientra nella sfera del piacere:
i valori, il benessere economico, il senso di giustizia, l’estetica ed il godimento, nel senso più ampio del termine.

Venere retrograda e gli amori del passato

Quando Venere diventa retrograda può succedere che ci siano ritorni dal passato di persone o di situazioni, che magari ritenevamo chiuse da tempo.
Questi ritorni sono utili all’individuo per rivalutare le scelte fatte in campo relazionale ed affettivo, e per rivedere il proprio modo di intendere e di vivere l’amore.

A volte ritornano si dice, ebbene è vero. Si ripresenteranno situazioni già vissute, magari con una persona diversa, per riscoprire una versione inedita di noi stessi.

Certi amori non finiscono fanno dei giri immensi e poi ritornano
(A.Venditti)

Venere retrograda, il piacere e l’estetica

Venere retrograda ci offre la possibilità di rivedere la nostra vita e le nostre relazioni, tra cui quella con noi stessi. Il pianeta ci invita a riflettere su ciò che consideriamo piacevole nutrimento e ciò che invece non ci soddisfa più.
Per piacevole nutrimento si intende tutto ciò che aumenta il benessere, e che affonda le radici nel nostro modo di godere della vita.

Le domande che ci pone il pianeta sono: sei circondato dalla bellezza? Quanto ti senti bella? Riesci a godere della vita?

Venere è collegata anche all’estetica, poiché simboleggia la bellezza.

Il pianeta consiglia di porsi alcuni interrogativi: quanto la nostra immagine corrisponde a ciò che siamo interiormente e a ciò che sentiamo di essere? Ci sono delle modifiche che dobbiamo attuare in noi stessi?

Lezioni e salti evolutivi

Venere non ci spinge ad agire, ma ci invita semplicemente a riflettere su ciò che si presenta nelle nostre vite (persone e situazioni del passato). Le cose devono essere vissute come spunto di domanda e di sincera riflessione.

Il pianeta orienterà l’attenzione verso le responsabilità, le paure, e le false ideologie che hanno influenzato il modo di relazionarci con gli altri e con noi stessi. Venere ci spronerà ad indagare sui limiti che ci poniamo.

Se è vero che l’amore è la forza che muove il mondo, bisognerebbe capire in che modo ci relazioniamo ad esso. Dovremmo vivere l’amore come se fosse cibo, nutrimento per l’anima.

Ho fame e mi privo di nutrirmi? Ho fame e mangio troppo? Riesco ad ascoltare ciò che sento e a tradurlo? Di cosa mi nutro? È un bisogno o una compensazione? Riesco a distinguere ciò che nutre da ciò che intossica? Cosa dono all’altro? Nutro o intossico?

Se il passato ritorna, accoglietelo e ascoltate cosa ha da dirvi. Potrebbe consegnare nelle vostre mani una prospettiva diversa, in grado di dar vita a una nuova versione di voi stessi.

Non è più un fuoco nascosto nelle mie vene, è Venere tutta intera che s’avvinghia alla sua preda.
(Jean Baptiste Racine)

 

La foto originale di copertina è di Daniel Olah, pubblicata su Unsplash.

Related Posts

Leave A Comment